A mia madre- Migratorie…

di fernirosso

 Finding beauty – music by  Craig Amrstrong

.

Migratorie, non sono le vie degli uccelli,  sono paesi che ci abitano e ci tessono filo per filo, da un luogo all’altro,  un pianeta senza fine.

Poiché il testo, da cui ho ripreso il titolo, fa parte di una raccolta in uscita, oggi, giorno del mio compleanno,  per i tipi della casa editrice Il Ponte del Sale, dedico  queste righe, le uniche che ho il coraggio di definire poesia, a mia madre che, fin da piccolissima, quando ancora non sapevo leggere, mi ripeteva fino alla consumazione, le poesie che volevo mandare a memoria per poi dirle io a lei, così come le sentivo crescere e viaggiare in me. Non potendole fare dono di fiori come un tempo, le dedico queste poche erbe di scrittura, so che in lei migreranno e saranno essenze, ancora una volta, fiorite .

Un grande grazie a tutti coloro che, con me e in me, hanno reso vive quelle righe, le hanno rese migranti.

f.f.

.

da MIGRATORIE NON SONO LE VIE DEGLI UCCELLI- Il Ponte del Sale 2009

.

Io non so come

guardandoti mi vedi allo specchio

mentre mi lavo dai pensieri della tua notte.

Io non so quando sei arrivata

stendendo i tuoi se(g)ni tra le mie guance e là

bocca ti fai del muto tuo venire me in me.

Io non so

non ti so proprio e sono te in me.

.

A mia madre – 1985

.

2 maggio 2009

Annunci