non dormono le cose

di fernirosso

la macchina studio

la macchina studio download

.

se ne stanno     con l’obiettivo nascosto
in viaggio da un treno all’altro
non temono di cadere di avere o non avere
di soffrire per  mancanza  o la presenza
di un nucleo    un tema    o una parola mal riposta
dentro la vetrina all’alba   e al tramonto in dispensa
galoppano   restando  quasi sempre dove stanno sempre
sin dalla prima volta.  Né sogni né insegne
non  s’insigniscono di allori e  titoli
non  mettono in borsa e
non si dimenticano
di stare con se stesse   dentro e fuori dalla porta
da una finestra che  non ha traguardi.
Stanno    tra la bocca e  l’imboccatura
l’impugnatura e l’impostura
l’impuntura di un ricamo o un raccordo di strade correndo
oltre   l’imprevedibile fluire delle nostre voglie
che un momento son deste e l’altro son stravolte.
Viaggiano     le cose
dentro le nostre teste e si camuffano
ora con questo  ora con altro pensiero
tramontando   come fanno le ore   e le stagioni   dentro
lo stesso ministero di una vita
mistero a cottimo tra  pareti di memoria e oblio.
Irregolari  improvvisi
sono solo gli  intermittenti desideri
che  traducono in guerre  e tregua  il frammento di ogni vita
disperdendola tra cavalli di troia e isole lontane
sempre senza re e sempre d’altro reame.

Annunci