Salite lungo il salmo

di fernirosso

abbas  kiarostami- roads

roads_to_kiarostami_04

 

Nuova salita lungo il SALMO 126

126:1 Canto delle salite

Mi parli di ascensioni ed io sprofondo in ogni uomo.
Ovunque ci sono prigionieri in questa terra
Come chiamarti Signore. Ogni nome è il tuo e non sei Tu in nessuna parola

126:2

Non c’è chiave alla tua porta e non esiste prigione che resista alla Tua voce.
In silenzio ti respiro e sono il tuo linguaggio.

126:3

Ma ci sono voci, come gabbie di ferro, chiuse nel corpo degli uomini
e la vita è prigionia. Sion  non è la stessa
terra che hai messo a ciascuno nei piedi per renderlo lieve
ma una pietra guasta anche la morte che si vuole governare per sigillare le nostre ossa.

126:4

La tua lingua è madre e sole inietta nei vertici del fondo
scioglie i nodi della terra  intesse erba e nube, il fuoco con la pioggia.
Non un silenzio cresce senza fiorire invano una vita di prodigi.
Grande oltre la misura ogni minuscolo tratto del cammino
il deserto del Negheb è un grano d’oasi  nelle vallate senza cielo del cosmo.

126:5

E un pesce guizza nel suo azzurro da ogni scaglia dell’essere trae giorno e notte
Di segni intatti formi con le stelle il tuo mutevole profilo in ogni nostro volto.
Di quale sostanza è mai il corpo della gioia
quando dall’oscurità densa  si conficca nel solco della carne
profonda la disperazione?

126:6

Dov’è il seme lucente tra la paglia che brilla e i covoni dell’assenza?
Torrenti le nostre vite dentro l’Eterno scorrono
nessuna prigione può fermare le sue acque.

.

abbas kiarostami-  the bird on the tree

.

Dal LIBRO DEI SALMI

– Salmo 126 (125)

126:1 Canto delle salite.
Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.

126:2 Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
Il Signore ha fatto grandi cose per loro.

126:3 Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.

126:4 Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.

126:5 Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.

126:6 Nell’andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.

Advertisements