perché i luoghi si perdono

di fernirosso

animated gif crollano nell'acqua tute le parole.

e un po’ per volta  ti abitui
le cose ti passano
dentro
poi le lasci
passare oltre
e ancora di più ti abitui al ronzio di sottofondo
un mondo che raschia il corpo del tuo ascolto
e un po’ per volta ti abitui a  sparire tu stesso
ti spogli della terra di un silenzio
dove il sangue è  tempo
il suo battere alle tempie l’architettura di un mondo
che cresce piano
case di farfalle e nuvole
ti abitui  a non scendere in quel buio maestro
ti abitui a non toccare la tua cecità
rompi le mappe evadi    dite
il luogo dell’enigma
il centro il labirinto il midollo
cadi  senza essere    senza avere un attimo
per tempo
il tempo di guardare la materia di cui sei fatto
e ancora ti cadono addosso lunari e stellari
d’infinito uno scorrere ancora futuro
nel tuo non essere apparso

perché i luoghi si perdono
le memorie si strappano le voci
si confondono in un unico baratro
e a nulla serve dire una storia
tutto è rumore un sordo rumore del fondo
indistinto un essere di penombre svolto
dove lo sguardo scivola
nel distacco  ruvida una scorza spessa
brusca nella mente scoglio del liquido
segno di ogni inizio
una regia da territori che come ora non ci appartengono

mentre il cielo piove su di noi
ancora ignoti a noi stessi

Annunci