è sin-fonìa

di fernirosso

andré beuchat-viaggio sopra citta

André Beuchat-viaggio_sopra_citta

…dì perché si tace in questa rota
La dolce sinfonìa di paradiso
Che giù per l’altre suona …

Dante- Paradiso

.

allegro andante uno scherzo
la vita è un abbaglio
un raglio  di striscio
sul metallo fuso
questo plurimo cosmo diffuso
sole
di nebbie dai porti dei millenni
che agitano in stabili
ignoto solo vuoto
solo un cavo
suono che ritma in un buco
di nero qualcosa che è troppo
largo una oboe sommersa
nel caotico fondo
la crosta che solleva
muri di tempo
ma altro nasconde
in curve di accelerazioni
e misure di onde in pinnacoli che sono sole
ombre

e lo vedi
che vorrebbe precipitare
in un soluto      il sole
schierato         sulla riva
un argine
del buio
caldo               liquido
plasma          che fonde
vita su altre
e i morti resuscita
in marce
acrobazie di quanto è limo
e mimo recita
una scena automatica
dove mandorla non è
l’uomo
ma qualcosa che si ancòra
e non ha che un presente
impiccato a una fiamma
che brucia in una conta minata
il silenzio

.

-ogni errore umano, poetico, spirituale, non è in essenza, se non disattenzione*
.

*citazione è di  Cristina Campo

Annunci