sola in casa

di fernirosso

sola in casa

vetri per il portico

 

 

a intessere la paglia
delle parole come un gioco
per illudersi di riflessi nel proposito
di intrattenerci dentro noi stessi
ognuno così vago e così poco
asilo e ospizio di quanto poi trasformiamo
dal panorama che ci assale
e  sprovvisti di ombrello
facciamo piovere ogni visione nel nostro occhio
al sangue   senza accorgerci che quel peso
si farà  grave di altra memoria pieno
e ogni battito ci percuoterà le tempie
fino alla morte  credendo tutto sereno
ma nulla avremo visto che sia vero
nulla avremmo svolto dal suo involucro di ignoto
tutto ermeticamente resta il medesimo congegno
in cui il fato perdura a costruire tempo dentro il tempo

Annunci