la vecchia con-testa

di fernirosso

julia petrova

julia petrova

.

gonfia
un pezzo di prato come fosse una pazza
come se fosse da mettere in piazza la sua lingua
mozza quella  vecchia contesa
tra questo minimo specchietto per le allodole
e lo spiazzo senza confine
dei pensieri che galoppano
valicando territori affollati
di gente
di storie di numeri di vuoti
di filatoi di sguardi di catene
dove si abbeverano i cavalli del tempo
e poi il vento che  sbobina le matasse dei pollini
il solleticante muoversi delle erbe delle onde delle brecce delle nuvole
delle tue curve in quella galleria di ritratti
di spettri e ansie anse dei tuoi fiumi
dove sono piovute tutte le tue memorie di parole
dove rotolano le voci e le eco si riavvolgono
ritorcendosi contro di te
che parlando le bruci

 

Annunci