sono così tanti luoghi

di fernirosso

pablo jurado ruiz

pablo jurado ruiz2

 

.

e nessuno di loro     da solo
è me
c’è posto per così tanti territori
e mai un solo dolore può abitarvi

per quanto cammini in cerca di rimedi
sento che mendico dentro i miei inferni
qualcosa di cui non ho davvero bisogno
nelle ferite c’è la medicina che mi serve
e non è la speranza
non è l’indifferenza
è la stessa brace con cui la vita
di attimo in attimo mi cambia
ed è lei il burrone dentro il mio piede
è il fiore giallo che mi apre la pupilla dell’occhio
una lunga lancia l’arteria che mi scorre e porta
da me ad un’altra attraverso mari improvvisi
e provvigioni di venti
pianure fradice di nebbie e verdi piantagioni
il rosso fitto e leggero dei polmoni
dove aerei trascorrono tutti gli attimi
fino alla notte  dove nuove
oscurità saranno punti di altri orizzonti

Annunci