basso scivolo

di fernirosso

ana kapor

ana kapor-palladiana-2

.

fuori rotta contro il vento stretto
tra i vicoli del pomeriggio
una selva di odori e suoni come fughe
eclissano i palazzi le piazze languidamente
stese intorno ai monumenti
le piante allungate dalle ombre fino alle vasche dove l’acqua
immerge il cielo facendone fontane e
insieme ai giochi dei ragazzi
anch’essi ombra tra  ombre
isole di soli  subito trascorsi
nel buio  degli androni
come foglie entrate a folate
da giardini nascosti  in autunno
e oltre le porte calata la notte
dei lucernari e degli abbaini
soffiano canzoni rubate nella luce che si accende
dai terrazzi e dalle stanze  fattisi in un attimo
un universo  breve
di affetti

 

 

 

Annunci