ancora so così poco

di fernirosso

hikaru cho

hikaru cho

hikaru cho

 

.
su chi sono e la notte
che mi porto viva in corpo
poco della notte che mi abbraccia
tutto intorno
e si prende cura di me
e del mio perdere
tempo
da un giorno all’altro
come  uno
uno soltanto come fosse tutto il tempo
e mi pare così lontana
la morte che mi fascicola
nel frattempo

con le sue mille  stelle
braci dentro il sangue
così silenziosa
una notte
che tutte le altre prende
una notte che è niente

eppure nel tempo   tutti i tempi
di ognuno sorprende
quando lenta in un gocciolio continuo
ti avvolge
da dentro le ossa e quasi la senti
piangere della sua presa lei così solitaria

quasi ti grida
qualcosa
come per renderti sicura
in quell’abbandonarti
in quel non pesarti
ancora
prima che un altro
 giorno
torni ad essere
vita o
altre notti
come questa insonni

Annunci