partirono e credettero

di fernirosso

gartner fulgen

gartner fulgen
 .
 .
.

che ci fosse un mondo nuovo
oltre la porta di casa
oltre questo paese cercavano fortuna

ma
io non ne volevo di comodità
io non volevo fortuna
volevo solo un giorno di lumaca
l’orto la bruma
volevo l’acqua che scorreva nel secchio
volevo un pezzetto di dio
da mangiare nel biscotto
e

la neve e un sole nel tuorlo
volevo il diritto di essere
di esistere
senza curarmi di scrivere a voi
lettere
per diventare infelice

Annunci