leggeva solo

di fernirosso

akira kusaka

akira-kusaka1

.

le pagine bianche
a sinistra
correva sulla schiena di un posto
accessibile solo a lei
come svoltasse in una precisa strada
della sua vita vedesse i vicoli o i ponti
tutto le stava davanti e niente
più niente se non vento
era la scia dei suoi passi

a sinistra del suo sguardo
a sinistra di un mondo
perso a tutti quanti le stavano davanti
e non potevano con lei
rincorrere quei luoghi
quelle porte accedere ai suoi suoni
le voci che aveva mantenuto
dentro di sé durante l’arco di una vita
che ora riteneva inutile

camminava restando ferma e muta
all’angolo della stanza
eppure sentivi che si muoveva
qualcosa come un fruscio d’aria
ti attraversava se solo la guardavi
con tutta la chiarezza che potevi
e anche tu
piano adagio sentivi
che qualcosa cambiava
la tua memoria cadeva in cicli di echi
che si aprivano come libri
e tu
finalmente
ti leggevi

 

Annunci