nuova

di fernirosso

kolja tatic

kolja-tatic-hall-65x80

 

.

 

antichissima
ti fai poesia
correndo fresca e generosa
quando ti mostri nuda
parola di tempera e  graffi
la girandola di vento dei pensieri
facendolo vivo   respiro d’aria
dentro la materia oscura sei tu
grandiosa   piccola tra le cose che abiti
quotidiana di occasioni e plurale
in ogni tua misura
segni  la memoria chiamando voci
lontano evochi  l’inquieto
che abita un profondo senza sbocchi
ignota terrena senza intenzione d’essere mondana
t’impenni nella carta muti direzione
facendoti vuota anomalia senza colore a chi vorrebbe possederti
doni il nero dell’inchiostro
lo sgorbio è il tuo fraseggio nel gioco a rimpiattino
eppure è così disperdendoti che ancora ti trovo
e con la mano ti inseguo in ogni tuo tabernacolo vuoto
là dove aperto è il fondo più scabroso
e bieco mutevole il mondo  profana
tutto quanto è alto perché dovunque mai  si separa
nella crepa dove la cosa più bassa si fessura
la luce come un puntale di azzurro
puntuale di luce nell’immenso silenzio

 

 

 

Annunci