quanto ancora

di fernirosso

lieke van der vorst

lieke van der vorst

299270e99a913f32fb8dbec3424cb827

.

davanti a me stessa
sola
potrò digiunare?

– te la ricordi la gioia mi domando?

delle onde
della notte
della capienza
senza fine
del deserto e del suo cielo
basso quanto un corpo
aperto fronte
sul corpo di un altro
un campo sfitto
d’erbe e ignoto  tempo
della solitudine
che l’altra scova e abbraccia
come l’altra metà
di  una carne mai sazia

Annunci