non parlo con nessuno

di fernirosso

.

seguo le linee
dietro le trincee dei miei confini
ho innestato baionette e spine

l’inverno si è rotto sull’asta della parola
incenerito l’orizzonte
una sola presa
d’aria una fucilata in piena fronte
il sangue è corso dovunque
e subito si è fatto torba
l’ha portato via la pioggia
nello scarico tutto si è scomposto

ecco sono quasi a buon punto
mi libero
mi libero dell’ultimo

 

Annunci