aspettare

di fernirosso

dino valls

dino-valls-doppia-im

.

di vedere cosa succede
e intanto restare legati
alle parole che annodiamo tra loro
per legarci tra noi

dentro i segni del calendario
registrando le nostre anomalie e
le ripetizioni di una norma fatta di canoni
e citazioni che tizio fa di caio e
sempronio poi rigira
come un cibo riscaldato
e rassicurati da un desiderio qualsiasi
sperare che accada di salire sulla torretta
a vedere dentro la nostra nebbia
qualcosa di diverso e che accada da sé
stanchi come siamo di trainarci e lasciarci
imprigionati da tutte quelle grigie storie
accumulate in altrettante grigie giornate
grigie
di devozione infelice
e al sicuro dalle nostre paure costruite
serrati    in file
a rintuzzare il desiderio da rifinire in sogno
impigliato in tante altre uguali aspettative
tenute in piedi dalla speranza a oltranza
anche quando la realtà non lo concede
di ripartire ed essere pieni
di amore come un set di posa dove opera l’effimero
e di questo restare sospesi
in una tesa fune su cui camminare
senza sapere
il vuoto e l’orrido
che da dentro sale e
ci sprofonda interi
tutti

Annunci