raccontare è

di fernirosso

 

 

togliere le bende alla memoria
resuscitare fantasmi
ossigenare le immagini svanite
con colpi di sole e nuvole o nebbia

eppure quante volte
mi sono chiesta perché
quale è il senso
quando eravamo questo e quello
e tutto era chiaro
quando poi ogni giorno è stato sovrano e
poi adulta la parola si è spenta
e a niente è valso scriverla
riscriverla
era vuoto il calco
e il segno vacuo
un’istante
senza occhio né viaggio

 

Advertisements