si è infettata

di fernirosso

 

la mia testa
è infestata di insetti
e tarli alleggeriscono la fronte
la perforano e mettono  mine
queste
parole
risalgono
la sostanza marcita
l’humus dei piedi con cui mi calpesto

bocca pancia e testa
il corpo si spacca
una terra arsa
e il rumore mi scricchiola
le ossa
scoria io
bassa
piccola
bestia
col muso sfregiato
la vita
non è una storia
non c’è letteratura
in nessuna viscera
svuotato questo fondaco di pezzi
senza colla
il pensiero si è scoperto
per quello che è
un frammento d’uovo
vuoto

mi consola che è solo
ancora per poco

Advertisements