per questo rifugio amore

di fernirosso

dawn stacey

dawn-stacey-5

.

ho messo alle finestre    teli
verdi ricostruiscono lo squallore che ora regna
dopo la decapitazione degli alberi
la finestra della mia stanza più di tutte soffre
la mancanza di quei rami morbidamente rilasciati alle correnti
al vento che d’estate e d’inverno scrive i nostri quartieri
con maremoti di nuvole nebbie e piogge
quei confini imperturbabili allo scroscio della grandine
quell’ombra offerta in terra bassa e accogliente di contro alle nostre bassezze
al nostro ghigliottinarne le cime alte aeree regali
al nostro velenoso tentativo di sterilizzarli alle radici con diserbanti chimici
lasciando arida la terra dove siamo noi non loro gli ospiti
restando improtetti noi orfani di così assoluta magnificenza
quella luce caduta in massa da stelle lontanissime
spentesi lasciando un’eredità incorruttibile e demandando
l’una all’altra la continuità dello splendore che  scarta il tempo e
supera ogni morte scendendo copiosa come resto incredibile
tra le piante    dei piedi     mentre cammini scalzo
e nemmeno ti vedi

Annunci