Omaggio a Duane Michals

di fernirosso

duane michals- magic mirror

heisenbergs-magic-mirror-of-uncertainty

.

Specchio specchio
specchio delle mie rime
dove tra i rami
trami la mia fine?

Specchio che spezzi
il mio occhio indiscreto
specchio che spazzi
il mio sguardo accecato

mostrami nitido
un volto più chiaro
svelami il luogo
del mio volto segreto

disfa ti prego
quel lucido guscio
d’argento quel film
che ospita il mio cielo

specchio mio specchio
non farmi aspettare
disegna per me un passaggio finale
dissolvi quel chiuso opaco spettacolo
del mio viso d’ebano lo show quotidiano
piano germoglialo di una nebbia o una nuvola
che lo renda più vero più umano

.

duane michals- death come to the old lady

duane-2-slide-1wto-superjumbo

 

.

e venne anche la morte
il giorno preciso
stabilito dall’inizio

lei l’aspettava
seduta in una sedia
di legno scuro
lei chiara
quasi in trasparenza in volto

l’aspettava da un po’ di tempo
se la sentiva gironzolare in corpo
perché qualcosa
come un formicolio leggero
le si insinuava nell’orecchio
e l’occhio glauco
si era annebbiato e fatto fosco
il timbro di ogni suono

venne
e non bussò alla sua porta
abitava dal primo giorno
nel suo sangue
nel midollo delle sue ossa

nemmeno dovettero parlarsi
dirsi nulla
non c’era niente da dire
né da chiedere

la morte la guardò e attraversandola
uscì da lei
trascinandola con sé
invisibili
oltre la soglia del viaggio

f.f.- inediti- Omaggio a Duane Michals

Annunci