orfeo per strada

di fernirosso

christian loeffler

christian-loeffler-a-forest

.

sa bene che la vita è   sottilmente scuro
un sonetto  breve   un gioco tra due rive in un falcetto di note
per tagliare i polsi  di legno al silenzio  e
svenare   la vita da
l suo duro impietoso marmo

non vuole lapidi né epigrafi
a corona di un’esistenza
un prato di fiori selvatici
sono le piante dei suoi piedi
piccoli occhi azzurri i filati invisibili di tempo
il corpo lucente con cui si mostra e tende
l’ortica pungente sulla caviglia e la rosa
tatuata nella gola
che profuma la  muta in ogni cosa
viva anche senza un nome
presente senza nessuno che aspetti
o la cerchi    ogni volta è lì
quando orfeo la incarna
e di sé beve l’essenza
oltre   gettando un’altra trama
dentro i canoni di ogni morte   mai   sovrana

Advertisements