a margine l’errore

di fernirosso

monica barengo

monica-barengo

.

l’errore del suo margine
il marginare  il mare dell’errare

questo orrore che ci accompagna
e mai  cancella la sua eco

vive tra noi attizzando fuochi
mai punti abbastanza dai roghi

mai in fiammata l’anima scorticata
se ne resta in silenzio e la resa misura
senza altro riferimento che il suo stesso
guscio   invisibile un assolo di segnali

per una lingua imprecisa e una traduzione all’ingrosso
dove chi trova dio resta affogato nel mare grosso e grasso
un io per verso per rigo e per segno che intende fare tesoro di un testo

occorrenze del vivere l’inferno il guasto il gesto di un infimo
senza altra ragione che il suo antologico pretesto
di chiudere  religiosamente tutto

in un cerchietto a segno del confine del suo occhio liquido giocare
a mosca cieca tra parole e parole che mirano al buio
l’ombra di una vita  di miraggi
tra aerei giorni e terra di tempesta

 

Advertisements