vano

di fernirosso

cristina finotto

cristina-finotto-66

 

ogni tentativo
di calarsi in una misura
vano
lo stampino e la colatura
l’infinito sanguina il cosmo dell’ essere
al mondo senza un limite
di tempo o spazio
tutto un bagliore
nel vano di un se stesso
cieco disattento
che non ricorda
in quale crocicchio di universo
è apparso
e bruciando materia viva
si è addensato in un corpo
di argilla azzurra e tale e quale
al cielo che lo affama soggiorna
in una terra lontana
molto più lontana

 

Advertisements