fantasmi

di fernirosso

becker

becker

.

quelli che mi camminano
e non vedono   intorno
quelli che mi scrivono
e non sanno
chi siamo in
 questo giorno
l’origine

in ogni attimo
fantasmi le notizie
contraffatte che    danno
il fantasma dannano  per essere
senza altra consolazione che illusioni
fantasmi di quanto  inventiamo
e le cure  per chiamarci dall’oscurità
in cui crediamo di vivere
possedere questo regno
tra  terra e cielo e fuochi
senza ingegno ce ne andiamo a spasso
perdendo sempre
il nostro tempo
in ogni accadimento
alato senza memoria
a lato di altra
 a d e s c a

 

Annunci