mi chiedo ogni tanto

di fernirosso

.

come mi capiti
di amare ancora così
perché a quelli che me lo chiedono
la gente che di solito non è interessata
e non sa come ho vissuto fino ad ora
non dico mai niente
di quanto mi riguarda
e rispondo che non lo so e
che capita quando vivi in solitaria
una giornata dietro l’altra
ricominciando ogni giorno lo stesso attimo
fino a quello in cui
capita che un giorno ti prenda  la mano una storia
e ancora non so come può essere
ma capita tra le ombre dove abiti la notte
capita di sentirti liberata
anche se di diverso non vedi niente
ma senti lo senti che c’è invece qualcosa che ti gira intorno
e senti i pensieri di qualcuno così vicini
tanto vicini da toccarli e allo stesso tempo liberamente
ti accorgi che è capitato
il mondo il giorno l’attimo
ha capitolato e tu sei contenta che sia accaduto
perché non c’è molto da aggiungere
non hai molte pagine da vivere
e la scrittura si fa sempre più sottile
fino a diventare invisibile
ancora di nuovo senza amore
la vita si fa di nuovo difficile e brucia
le ombre ti seguono e sei tu la notte
in cui  chiudi tutti gli attimi vissuti
perché non appassiscano
perché non se ne vadano altrove
lasciandoti solo silenzio
e l’amarezza di non ricordare
quanto hai vissuto anche per un’ora
una soltanto

 

Annunci