ma dove

di fernirosso

bill viola

bill-viola-catherine-e-spazio

.

non esistono diritti d’amore
sono pene i doveri

eppure dove stavano
sospesi gli sguardi
intorno a noi
e tu e io terre migranti
senza rifugio
in una casa sempre in piena
l’anima  innamorata  si scorda
slacciandoci le caviglie
d’essere avida e arida
sempre pronta la sua mano alla cattura
nell’infero scontro con l’ombra
dove tu stai sepolto e io  prima
prima ancora di evadere
prima di cambiare verso e volto
un male dentro
il cambiamento repentino instabile
forma in cui ti abbandona

dovrebbe essere sospetto
sempre l’amore che ci viene
offerto non ha recinti
l’anima  senza giudizio
dissemina vissuto
per svelarne la fine senza imbarazzo
di perire un turbare senza fine
una guerra da perdere dove chi lascia è sconfitto
e chi l’attraversa vive

Annunci