si specchiò

di fernirosso

marcela bolivar

marcela-bolivar-digital-art

.

in principio    Bereshit
il principio architettò
l’attimo dentro l’origine
versò come un suono  il primo gesto
scivolò lento sul corpo  neonato
di un maturo silenzio  crepitò
il cuore   crebbe  tempo e futuro
inscindibile  tutto
dis-in-canto scrisse nel suo gesso
e propizio apparve l’ istante l’ambiguo
di ogni minuto in cui  muore dio
nella pronuncia di un verbo iniziatico
nuova provincia di creazione a mosaico
frammento e attimo
attestando lo spazio
anima e atomo
l’uno nell’altra specchiato
e profana una nostalgia di quel niente tutto
che abbacina e non dice
non dice altro che vuoto
sequestro di ogni uno
un volto dopo l’altro
lente di un prisma minuscolo
ghiaccio dell’occhio  invisibile passo
tra i fuochi di una ellissi
d’acqua viva una forma    muta
lo sguardo

Annunci