gira e rigira

di fernirosso

andrew wyeth

andrew-wyeth80

 

.

mi ritrovo al punto di prima
dentro l’epilogo la forma corrosa
ha falsato il movimento
niente ha un ordine perfetto e tutto è
sconsiderato un fluire da acqua ad aria
in una successione di casi in cui lo sguardo
vorrebbe attraversare la distanza e tesa
la variabile improvvisazione di quanto non possiede
resta si arresta su quella china che visiona
scansionando l’ordito senza conoscerne la trama

scandire emozioni tra l’infinito assente
e questo androne dove tutto è accolto e mostrato
è come  starsene tra lampi a mirare
un paesaggio mozzafiato che  nell’attimo
di buio scompare  altro riappare
subito dopo  a chi
altro da prima
si affaccia  a guardare
ma non ha luce nè direzione

 

 

 

 

Annunci