parole sempre solo parole

di fernirosso

daniel taylor

.

l’abbraccio dell’effimero
incontro con la vita
il mondo cerchietto che ci rinchiude dentro
l’occhio
senza origine e confine
in cui remoto e ombra sono orma e forma
del tempo una plastica trincea di spazio
profonda in questo alto d’illusioni
in cui con forza saltiamo
sperticando la nostra breve misura
in un bavaglio di guizzi che crediamo luci
che presto si dissolvono
in rastremati vocaboli da connessione
curve di ellissi e sfumature tutti i nostri disegni
echi di una sola arcaica soglia che non mostra direzione

e il cuore

appeso al niente
al gancio della mente
sempre incolume nella voragine di ogni nomi-
nazione   senza coordinate e intermittente
porto e approdo inquieto moto tra le ombre che incalzano
un tempo mai prensile e sempre rovinosa
polvere e rifrazione  schizzi appena abbozzati
questi giorni mai nostri dopo secoli e secoli
di pagine sfogliate di erudite quanto vacue peregrinazioni
visitazioni del nulla in cui frammenti come schegge della grotta
senza materia altra che il vuoto
si avvicinano torcendoci in un corpo e
solo il silenzio  ci è compagno
nel medesimo confine
in cui accampati senza sapienza nell’origine
non ci eravamo mossi
nemmeno di un passo.

Annunci