tra rive sciolte

di fernirosso

miroslava rakovic

.

lì vicino fioriva un fico
aveva foglie di silenzio incise
come mani schiuse
apriva adagio
i rami come del tempo braccia
oltre passando tutti i secoli e le discordie
decimate dal vento su cui poggiava il piede scarno

 

 

.

solo le pietre
in questo primo ultimo giorno
in terra non ci sono ore sparse
tra librerie di attimi
tutto è radice dei verdi
fogliami che mi sfogliano
incorporandomi in un deserto
abbraccio di nuvole
in un regno d’acque
in questo giardino
dove nessuno solleva in aria
parole

Annunci