dove sono iniziata

di fernirosso

ale de la torre

.

è dove siamo iniziati tutti
in un giorno senza giorno
dove prese vita il suono
e poco per volta quel corpo d’ onde
da un buio profondo
un corpo disteso e immenso    sfiatò
nel nero più denso  lasciò andare lontano
il movimento del vento e questo sussurrò qualcosa intorno
e adagio iniziò il mare un’onda dietro l’altra
senza perdersi tra loro depositarono ad una riva
che si stava via via formando altri corpi
di conchiglia e paguro di corallo e poi
qualcosa guizzò più lontano con un balzo lunghissimo schizzando impronte
scattarono le zampe della lepre e del cavallo e dai suoni
di quei corpi presero vita le parole e le cose e i corpi
ebbero dei nomi e crebbero tra i nomi altri occhi
per guardare nel buio e scorgere che l’oscurità
aveva un orizzonte di punti come ciottoli
e tutti furono uova del futuro    dove la lingua
scrisse i responsi delle stelle
ma tutto ad un certo punto si stava perdendo come se un’onda
come quelle dell’origine di cui poco si sa o niente
di nuovo volesse sommergere di quella nullità
questa scena di grani di luce fattasi vuota di stupore
dove la gente non si svuota il cuore e l’odio
è un olio che si brucia in odio

forse è questo il punto dell’inizio
il punto in cui affonderà di nuovo l’orizzonte
affogherà alla fine ogni nostra memoria.

Annunci