di neve di vento a volte di vetro

di fernirosso

anne ten donkelaar

.

un inedito incontro
al limite del bosco
fuoco e fumo e silenzio
le ultime case gli ultimi uomini
poi solo gli uccelli e le bestie selvatiche
un fienile abbandonato
un magazzino  di vetri rotti
l’erba le piante intorno
un pianeta disadorno una stanza di scuola
poi alberi tanti alberi fitti assiepati
vengono da una profondità mai raggiunta
sono l’archivio della memoria del luogo
senza impronte senza voci senza storie da raccontare
eppure il tempo cade tra quei corpi
eppure lo spazio cede alla loro presenza
eppure
nessuno l’aspetta

 

 

 

Advertisements