è cambiata l’ora

di fernirosso

ale de la torre

.

ho portato le lancette più avanti
nel cerchio dell’orologio
nella scrittura digitale sono le 8.50
mentre il sole dice
cosa dice il sole? spunta tra nuvole leggere
dopo che stanotte ha piovuto
e ora che sono in piedi non vedo più lontano  di ieri
i campi sono rimasti dove erano  e il tempo mi sembra un parallelo
o un’asta dentro il pc dove si vendono cose e persone
tutto vorrebbe andare veloce io rallento dentro questo scritto
in bianco e nero io resto quell’io mutevole che principia i desideri
ma poi  passa
oltre
e si supera in tutte le parole
che dicono solo l’intreccio
lo scambio di questo con quello
e niente ha la misura che ci si inventa
perché tutto tutto tutto
è  un inventa(ria)re il modo
con cui resistere in questo mondo
tutto è dare una faccia a ciò che appare ed è
sempre
ciò che siamo senza saperlo
passanti passeggeri
noi come passeri sull’orlo di un pozzo
che senza ali vorremmo capire il volo

 

Advertisements