verrà

di fernirosso

.

certo
verrà la morte e avrà gli occhi di noi tutti
quelli che ci hanno lasciato ieri e
anche quelli che se ne andranno domani
la morte ci accompagna insieme
dal mattino alla sera tutti
in un insonne guado dove lo specchio si rompe
e sordo resta un rimorso inutile
poiché tutti in questa ingenuità del vivere
ci siamo perduti abbiamo creduto
che fosse un vizio il nostro
mentre era un morso che ci avvicinava al risveglio
e senza più gli occhi riusciremo a raggiungerci
non serviranno parole o luoghi
per incontrarci
basterà questo silenzio brevissimo e intenso
l’eternità di un mattino riflesso
e tutto il nulla sarà un vano
abitacolo del nostro essere un unico corpo
e dal labbro di un tramonto ormai chiuso
sarà limpida la vertigine di un altro giorno
sconosciuto

Advertisements