dove àncora

di fernirosso

desireè dolron

.

la vita   ogni storia?
dove sfigura l’idea in realtà e viceversa
dove cade un corpo tutta la sua arcana
semplicità di  essere ingorgo
sangue acqua e oscuro in una continua scena?
quale mistura lo avvelena in ogni affanno?
cosa basta in questo squarcio di spazio
che s’incarna in tempo e minuto calibra
ogni sogno
ogni brandello impastando di un insaziabile desiderio
che ci azzanna e corrompe
rubandoci del corpo l’interezza di una terra patria
unica e migrante verso l’infinito
fattosi per un istante infimo
vuoto di un guscio d’uovo
che nuota  tra frontiere e soglie sconosciute
in questo albergo cosmico

 

Advertisements