guarda

di fernirosso

alana dee haynes

.

guarda
chiudi gli occhi e guardati
hai un giardino di spine negli occhi
il corridoio del tuo sangue vuoto
di spalle la luce entra radente
lateralmente rimuove qualche ombra sola
il dubbio ti abita la bocca mantiene le tue braccia
strette attorno a qualcosa che manca
solleva pietre di assenza costruisce muri segno per segno
un sostegno guarda la tua pelle
la vita l’ha tatuata come una mappa
ci sono fiumi di rame trame di arbusti
vene e muscoli sono sconosciuti vicoli di una città popolata
da tutto quanto invisibile è passato dimenticato e ora è
presente in questo tiepido ventriglio di uccello
il tuo occhio aperto che cavalca leggero il vento
attraversa le labbra dello spazio raggiunge l’apice di una voce ma
non prende ancora il volo
non legge o riconosce il nome di nessuno

Annunci