l’alba una spina

di fernirosso

rachel dein

 

 

s’inficca nel tuorlo della mia notte
quel rosso paradiso che sanguina
sogno e carbone schizzato via in un attimo
una pioggia di aghi
sottili brividi nel corpo
e liquido un dolore timbra la mia voce
marca la mia anca
scavalcando me stessa
mi arrampico sul piede scalzo
e arriva con un abbraccio d’acqua
il tuo sorriso nudo
luce in pieno  viso
e giorno

 

 

Annunci