mai

di fernirosso

laura makabresku

.

mai
galleggiava  dentro la mattina
solo mai
e nessun’altra parola
mai le faceva eco la stanza
la porta aperta la trascinava via
verso un posto sconosciuto
mai mai ancora si sentiva chiaro
mentre cercavamo di sfuggirne il legaccio
mentre fingevamo di non conoscerne il senso
e cercando di non guardarci
noi
stavamo dentro
precisamente all’interno di quel mai
adesso
perfettamente sconosciuti e
per questo vicinissimi
due identici
estranei
come    mai
ci era capitato d’essere

 

Annunci