abitavamo

di fernirosso

helen heins peterson

.

uno davanti all’altro
tu avevi una casa di vetro e di ferro
io di mattoni e di legno
tra noi una siepe senza sostegno
non c’era nemmeno una rete che ci dividesse
eppure la tua famiglia era ricca per censo
la mia non l’avevo accanto

ci lanciavamo almeno una parola al giorno
come si lancia una palla che l’altro poi ti ritorna
una specie di racconto
che si faceva ogni giorno largo nel fitto della siepe
giorno dopo giorno
fino a quando cadute le foglie per intero ci vedemmo
era inverno per entrambi era passato tanto tempo
eravamo entrambi cambiati ci eravamo fatti vecchi
la nostra casa un mucchietto di sogni e d’ossa
eppure ancora ci lanciavamo quella palla parola
ridendo e piangendo del mondo raccontando di noi stessi
di come quella siepe fosse ancora tutto intero
l’infinito del primo giorno

Annunci