infinito

di fernirosso

diana lange e marta wakula


.

dentro le nostre ossa
risuona l’origine
nel buio vive
accogliendo l’ignoto testimone
nel sangue in cella
involucra la luce

*

ho messo gli occhi all’albero
in giardino sono arrivati stormi di uccelli
curiosi lo hanno guardato
io mi sentivo un alveare in cuore
tutti quei voli un miele
ed io migravo regina del mio favoliere

 

 

Annunci