così scuro

di fernirosso

alana dee haynes

il mare un nero di china
e la notte
chiara sopra i tetti
la luna  lenta
sorniona che si allunga
dalle finestre aperte entra
ci coglie di sorpresa
e mentre gli altri dormono una scala di luce
lancia     sopra il  letto
sul tetto della casa e sotto un cielo così denso
un fitto lucernario di stelle un moto perpetuo di braci
in una  distesa di  creste un continuo discorso dal vento all’orecchio
brani di eco e voci  gettata in aria una notte di  sussurri in attesa
di un segno finché il desiderio ci tende come  una corda
tra l’oscurità e quella luce che ci avvicina
poi improvvisa ci disperde
all’altezza del tetto lenta ci cala verticali
del vento che silenzioso si allontana e il mare si scioglie
rompendosi  sulla riva e addosso al corpo unico scoglio

Annunci