quanto vorrei scriverti!

di fernirosso

home&house

 

.
quanto vorrei scriverti!
ogni volta che ti penso mi assale
la voglia di scriverti mentre gli uccelli sono gli unici
a inviare messaggi non hanno bisogno
delle poste di orari di regole
stanno tranquilli tra i rami e le foglie e canticchiano
fischiano cantano si espandono inviando quei segnali
in lungo e in largo dentro e sopra il caldo
il vento fluttua le loro voci e le allontana
tra coloro che in silenzio sono in ascolto
io sfrego la matita sulla carta per farti un disegno
di questo sentire per farti ascoltare
come uno striscio sul muro quel suono
poi mi fermo e ascolto ancora ascolto
come fosse una resina o una colla che liquida cola
dentro i miei occhi e i miei anni una collana di immagini
e si piegano si inanellano si curvano
fino ad annodarsi a quei ghirigori canori
come se lì dentro in quelle voci ci fossero ombre
di storie che mi appartengono
giorni e notti affacciati al balcone in attesa di quel coro
e selve piane come sovrane che si mostrano
dai fogli degli album sole del fondo del tempo
dal campo ormai scomparso
dove verde è ancora l’orzo
e si sente oltre come di scorcio
anche un rumore di treni
o un ricorrente rumore che batte e ribatte
onde
da un mare che brucia
la memoria e attiva in me un’altra
alta corrente

Annunci