da quando li vedo

di fernirosso

robert e shana parkeharrison

.

si cancellano
i serpenti dei miei pensieri
svaniscono
scaglia per scaglia
si spogliano e rapidi
chine in schizzi veloci
in tene di pietra si nascondono
solo il rosso resta come una scia
o un coda di volpe
un miraggio di cielo
su una strada bagnata
dove appoggiando i piedi
sento i loro corpi strisciare sotto la terra
di profondi desideri
ossessive le serpi si prendono a morsi
incapaci di cogliere l’esito
di quel loro inutile duello
altre in attesa si attorcigliano e scaldano
prima di uscire allo scoperto
prima che altre catene di pensieri crollino
uno sul corpo inanimato dell’altro
tutti nel mio vuoto corpo abbandonato a lascito

Annunci