è una formella il mio cuore

di fernirosso

.

una lapide fragile di rapide
ripide di chine colorate
si riflette ad ogni specchio di voce
si fa eco di ogni meraviglia

gioca battendo la sua carta di velina
legge la mia vita in sacre geometrie
si perde dissipando le mie angosce
in nastri d’alghe azzurri e verdi
i suoi battiti
sono la mia unica possibilità

nascosto
smisura la mia parola colora
di sé tinge e vìola
ogni malposta sicura
imposta la mia storia
ogni mia via è sua memoria

Annunci