VERSATOIO

di fernirosso

.

una lunga vibrazione
versato io in  frammenti viola  quasi un giallo
per un titolo di storia inventato
a casaccio cerco in un deserto
inesplorato il tempo
una via di segni nascosti
sotterranee confluenze voci
in mosaici di sete in tabernacoli e taberne
dove da tempo l’io s’ istituisce
in gradini di confidenza con un sé saggiato ormai
tante volte in moli di chimiche approssimazioni
all’errore e all’essere un basto in questo circuito di lingue
risvoltati cimeli
ancore e are
araldi di follia inchiostrata per queste strade che portano lontano
sempre più lontano
per arrivare al punto
che si è

 

 

Annunci