una lotta feroce

di fernirosso

norma bessouet

.

gli alberi si curvavano e si abbracciavano gli uni agli altri
agitandosi contorcendosi
sperticando la loro altezza in ampi giri d’aria
un’ora di litigi scura come la sera
una bufera di nuvole e schianti di pioggia
una ritardata primavera e un’assolata
stanza d’inverno caduta a perpendicolo
tra la strada e la piazza
verticale una frescura di sogno
che la terra finalmente respirava
tra radici case nei voli degli uccelli
profumando come un lino appena lavato l’aria
esalando quasi un grido di gioia
bevuta sull’orlo del cielo fattosi più basso
una creatura tale e quale a noi
una stagione da vivere
un attimo oltre il silenzio

Annunci